ComeApro Facebook

Inserisci attività Vuoi contribuire Apertura ordinanza decreto delibera

come aproComeApro.it è il nuovo servizio concepito per offrire ogni possibile informazione circa le modalità, i tempi e gli orari di apertura al pubblico delle attività.

ComeApro.it opera su due fronti:
  • offre informazioni utili ai gestori delle attività, come leggi, decreti, ordinanze e delibere;
  • informa clienti e cittadini sulle singole modalità che ogni esercizio applica per la totale sicurezza di tutti.
Abbiamo previsto le seguenti cinque macro aree: Ristorazione, Cura della persona, Acquisti e Shopping, Turismo e svago, Servizi, all'interno delle quali sono racchiusi i diversi ambiti delle attività rappresentate.

ristoranti benessere shopping viaggiare servizi
Ristoranti / Trattorie
Pizzerie
Pub / Bistrot
Bar / Gelaterie
Pasticcerie
Palestre
Parrucchieri
Centri estetici / SPA
Case di cura / Cliniche
Abbigliamento
Calzature / Borse
Costumi / Intimo
Altre categorie
Lidi balneari
Piscine
Hotel / B&B
Masserie / Resort
Escursioni / Esperienze
Professionisti
Artigiani
Auto / Moto / Bici
Pets / Animali

Test Covid Tampone gap Xgraph dispositivi sicurezza
Ultime attività inserite in: Cura della persona

Casa di Cura Petrucciani Equipe Bruno Massimo & Partners Parrucchiere Ottica Alfa Lecce

Pasquale Santantonio Parrucchiere Acconciature da Tonio La Maison Chic Studio Dentistico Borgia


Ultime attività inserite in: Commercio al dettaglio

Docksteps Lecce Nuovo Centro Uffici Lord Abbigliamento Abruzzese Giocattoli

Mini frigo bar Volta la carta Erboristeria La Natura Desidè Pelletteria


Ultime attività inserite in: Ristorazione e bar

Pasticceria Murrieri Gusti Proibiti Ristorante Pacamara Caffè Osteria 203 Lecce

Pio Bove Cafè dei Napoli Made in Sud Racale Bar Il Palio


Ultime attività inserite in: Servizi

Leone Foto Lecce Studio Dentistico Borgia Renzo De Maria Designer Grado18 Comunicazione visiva
Sicoli Copisteria Centro Fotgorafico Leccese WindTre Lecce

Calendario ufficiale delle riaperture nella "Fase 2"

Librerie, cartolerie, vestiti per neonati e bambini
Riaprono il 14 aprile 2020 le librerie e cartolerie (ma non in Lombardia, Piemonte, Campania, Sardegna Trentino; nel Lazio dal 20 aprile) e i negozi di vestiti per neonati e bambini (con alcune eccezioni come in Piemonte e Sardegna). Ripartono le attività forestali, l'industria del legno e anche la produzione di computer. Era una delle aperture più attese, quasi un simbolo per l'agognato ritorno alla normalità dai contorni ancora piuttosto incerti dopo circa un mese di chiusura delle attività considerate non essenziali.
Consentiti gli spostamenti per esigenze lavorative, necessità o motivi di salute
Dal 4 maggio ci si potrà tornare a muovere nella propria Regione di residenza. Ma saranno consentiti “solo gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o per motivi di salute”. Per spostarsi in un’altra Regione bisognerà invece avere “comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute”. Da questa data si potranno andare a visitare i “congiunti”, “purché venga rispettato il divieto di assembramento e il distanziamento e vengano utilizzate le mascherine”. Ma divieto di “riunioni di famiglia”.

Ripartono cantieri privati
Dal 4 maggio ripartono tutte le attività del settore manifatturiero, tessile, moda, automotive, comparto del vetro, costruzioni. Si rimettono in moto anche il commercio all'ingrosso e i cantieri privati. Nell’attesa del 4 maggio le aziende sono invitate a predisporre gli ambienti di lavoro per adeguarli ai nuovi protocolli di sicurezza da rispettare.

Cibo da asporto
Dal 4 maggio bar e ristoranti resteranno ancora chiusi, ma dal 4 maggio sarà consentito andare a comprare cibo da asporto, da consumare a casa o in ufficio.

Sport e attività motoria
Sempre dal 4 maggio può ripartire l'attività motoria individuale anche distante da casa. Potranno riaprire parchi, ville e giardini pubblici, ma i sindaci potranno attuare restrizioni e decidere di mantenerli chiusi, oppure di contingentare gli ingressi. Sempre dal 4 maggio via libera anche agli allenamenti dei professionisti per le discipline individuali. Per gli sport di squadra l'orientamento è quello di attendere il 18.

Sì ai funerali, ancora ferme le messe
Per quanto riguarda le cerimonie religiose dal 4 maggio tornano a potersi celebrare i funerali, purché alla funzione non prendano parte più di quindici persone con mascherine e rimanendo a distanza. Le persone ammesse alle funzioni dovranno essere soltanto i familiari più stretti, ha spiegato Conte. Rimangono ancora ferme le messe con la presenza fisica dei fedeli: "Criticità ineliminabili", secondo il Comitato Tecnico Scientifico.
Riparte il commercio al dettaglio
Il 18 maggio, seconda data del calendario della Fase 2, riparte il commercio al dettaglio. Dovranno essere garantite le protezioni individuali e l’obbligo di distanziamento tra clienti. L'obiettivo è evitare che ci siano orari di punta, prevedendo aperture e chiusure diverse fra le varie attività. Potranno riaprire quindi i negozi di abbigliamento, calzature, borse e costumi da bagno e intimo, le gioiellerie e tutti gli altri esercizi commerciali di vendita al dettaglio rispettando le regole di sicurezza.
Qui la scheda tecnica per il commercio al dettaglio.

Parrucchieri, centri estetici, massaggi
Anche per parrucchieri, barbieri, centri di estetica e altre attività di cura alla persona la data della ripresa è quella del 18 maggio. Dovrà essere rispettato il rapporto di uno a uno (un operatore e un cliente), andranno indossate mascherine e guanti e tutti gli strumenti dovranno essere sterilizzati.
Qui la scheda tecnica per Parrucchieri e Centri estetici.

Ristoranti
La data per riaprire i bar e i ristoranti, le trattorie e le pizzerie è il 18 maggio. La Federazione italiana pubblici esercizi ha approvato un protocollo che prevede: un metro di distanza tra i tavoli, porte di ingresso e uscita differenziate, pagamenti preferibilmente digitali al tavolo, pulizia e sanificazione. Le misure di sicurezza comporteranno una revisione al ribasso delle capienze dei locali.
Qui la scheda tecnica per la Ristorazione.

Hotel, masserie e agriturismi
Tra i settori in riapertura dal 18 maggio anche quello ricettivo. Alberghi, hotel, masserie, agriturismi pronti a ospitare i turisti, ma in sicurezza. In attesa di un flusso più ampio di turisti, quando dal 3 giugno saranno consentiti in Italia gli spostamenti interregionali e gli ingressi dall’Europa, al momento gli albergatori e gestori di alloggi potranno accogliere ospiti del territorio.
Qui la scheda tecnica per Hotel.

Riaprono musei e biblioteche
Sempre il 18 maggio riaprono i musei e le biblioteche. Sempre rispettando le norme di sicurezza, con ingressi contingentati, mantenendo le distanze e indossando le mascherine.
Qui la scheda tecnica per Musei e Biblioteche.

Via libera agli allenamenti degli sport di squadra
Dal 18 maggio gli atleti che praticano sport di squadra potranno tornare ad allenarsi, sempre mantenendo le distanze.

Possibile assistere alle messe
Dal 18 maggio si tornerà in chiesa per assistere alle messe.
Palestre e piscine
Si potrà tornare in palestra e in piscina il 25 maggio, riaprono i centri sportivi, con distanziamenti e protezioni. Il Decreto Rilancio prevede anche l'opportubità di rimborso degli abbonamenti sportivi che i soggetti non hanno potuto utilizzare nei mesi di lockdown.
Qui la scheda tecnica per Palestre e Piscine.

Stabilimenti balneari
Dal 25 maggio via libera all’estate al mare in Puglia: spiagge e stabilimenti balneari sono aperti. Per stare al mare in piena sicurezza, occorrerà seguire specifiche regole indicate nelle seguenti linee guida, alla sezione dedicata.
Qui la scheda tecnica per Stabilimenti balneari e spiagge.


Spostamenti tra regioni e in UE
Il 3 giugno via libera agli spostamenti tra Regioni. Riaprono anche le frontiere con l’Unione Europea, senza obbligo di quarantena per chi arriva in Italia. A decorrere dal 3 giugno 2020, gli spostamenti sul territorio nazionale possono essere limitati solo con provvedimenti in relazione a specifiche aree del territorio nazionale (eventuali zone "rosse"), secondo principi di adeguatezza e proporzionalità al rischio epidemiologico effettivamente presente in dette aree.


Cinema e teatri
Il 15 giugno riaprono i battenti cinema e teatri. Sono state le stesse associazioni di categoria a chiedere al governo di orientarsi per la riapertura il 15 giugno. La riapertura sarà possibile da quella data ma le regioni avranno la facoltà di posticipare o anticipare l’apertura a seconda dell’andamento della curva epidemiologica.




Inserisci attività
Se gestisci una ATTIVITA' che sta riaprendo al pubblico e desideri che i tuoi CLIENTI siano informati sulle modalità in cui possono accedere (quanti per volta, dispositivi richiesti, distanze da rispettare, etc.) e sui giorni e sugli orari di accesso, compila il modulo informativo che trovi cliccando sull'icona verde.

Chiediamo una piccola quota partecipativa per l'adesione di 20,50 euro (più Iva).
Per ogni attività inserita pubblichiamo:
  • Nome e logo dell'attività
  • Breve presentazione dell'attività
  • Indirizzo completo
  • Telefono / e-mail / sito web / pagina Facebook
  • Giorni e orari di apertura
  • Descrizione dettagliata delle modalità con cui i clienti possono accedere ai locali e usufruire dei servizi.
Inserisci attività



Logo ComeApro
ComeApro Contatti e info: 368.7869686 - press@nova-news.it